Skip to content Skip to footer

MINDFULNESS E ADOLESCENZA: MIGLIORARSI ATTRAVERSO LE SFIDE

Mindfulness significa vivere le cose così come sono: è interessante praticarla con gli adolescenti, considerando che il loro desiderio di conformarsi e di ribellarsi può impedirgli di essere in pace con loro stessi.
Ma in che modo la mindfulness può aiutare i ragazzi a superare una bassa autostima e aumentare la sicurezza durante questa fase delicata della crescita?

Prima di tutto, insegna a seguire la propria bussola interna: praticarla aiuta a migliorarsi, costruendo qualcosa di nuovo sui punti di forza già esistenti, in modo da superare le problematiche delle nuove generazioni.
Tra slanci di vita e passione, ci sono momenti di disagio e incertezza, chiusura, impulsività e ansia.
Se affrontati nel modo giusto, sono un’opportunità di crescita, non un problema!
Questa tensione emotiva può essere un nuovo territorio da esplorare, un modo per conoscersi meglio e vivere con più consapevolezza la metamorfosi all’età adulta.

È proprio nel tempo libero, quello che generalmente si dedica alle passioni, che mindfulness ed adolescenza si incontrano.
Gli hobby possono aiutare a prendere consapevolezza di sé e a conoscersi meglio: questa può essere una via da proporre per ritrovare sé stessi, favorendo la capacità di osservare le proprie emozioni senza giudicarle.
L’unica domanda da porre è “Che cose vorresti fare?”.
Il resto viene da solo: qualsiasi attività può essere un valido aiuto per ricostruire o rafforzare l’autostima: seguire un corso, dipingere, creare, progettare, programmare… Sentirsi parte attiva del processo creativo per l’adolescente significa trovare il proprio posto nel mondo.
Anche le attività sportive, soprattutto quelle di squadra, hanno una valenza estremamente positiva: insegnano a condividere, a superare i momenti di sconfitta e festeggiare quelli di vittoria. Se poi è un’attività all’aria aperto, meglio ancora: il contatto con la natura favorisce il processo di integrazione nel mondo, eliminando la frenesia urbana e lo stress del quotidiano.

Se credi quindi che una sessione (online) di Mental coaching motivazionale possa essere un ottimo inizio per sbrigliare i nodi emotivi e per migliorare le performance (sia quelle personali, che quelle scolastiche e sportive) dei tuoi ragazzi, sfoglia la sezione Yellow dei cofanetti Box4Young: potrai trovare la proposta di Mattea Mancuso, esperta nello sviluppo di talenti e della personalità oppure una sessione di coaching motivazionale di Bloom.

Sfoglia i nostri cataloghi!